Questo sito č graficamente pių gradevole se visto con un browser (Internet Explorer, Netscape, Opera ecc) che supporta gli standard web, anche se č accessibile con qualsiasi browser o dispositivo internet.

materiale di studio
logo Indire

Leggere l'ambiente

 

Le dinamiche ambientali

Un cambiamento di prospettiva, da statica a dinamica, dovrebbe accompagnare l’acquisizione di una maggiore conoscenza e capacità interpretativa di un ambiente.
L’Ecologia si occupa soprattutto dell’intreccio tra i tantissimi e diversi processi di trasformazione  di materia e di energia in atto negli organismi che compongono l’unità di un ecosistema e che ne permettono la conservazione. Sono cioè gli aspetti dinamici che interessano, perché il problema è capire come un ecosistema sia da un lato, in continuo cambiamento e dall’altro, presenti un certo grado di identità e di stabilità.
Modelli teorici diversi sono stati elaborati per questo problema. Il più usato si basa sulla interpretazione delle reti trofiche come scambi di energia, perché così sembra possibile qualificare e quantificare ogni tipo di relazione tra le componenti della rete rappresentata in diagrammi di flusso.
 
In tempi lunghi, gli ecosistemi vanno incontro a variazioni che sono il risultato dell’evoluzione delle interazioni tra componenti. Un lago o un bosco non sono sempre stati tali né lo saranno, indipendentemente da eventuali azioni umane (… e anche questo non è affatto una consapevolezza nella conoscenza comune). Le comunità biologiche si succedono in sequenze (successioni ecologiche), da quelle pioniere a quelle di climax. Gli ecosistemi “maturi” presentano la maggiore biodiversità e questo produce maggiore stabilità, che si manifesta sia nella maggiore resistenza a perturbazioni, sia nella maggiore rapidità con cui il sistema recupera uno stato stazionario. Indicatori di potenziale stabilità sono, ad esempio, l’alto numero di livelli nelle catene alimentari, il grado di complessità delle reti trofiche, un numero elevato di relazioni simbiontiche, il ruolo dei fattori che regolano le popolazioni in funzione della loro densità.

Quando si parla di condizione di  equilibrio di un ambiente si sta adoperando il termine in senso metaforico, in realtà il sistema non è mai in una situazione di quiete, né tanto meno tende a questa per qualche legge di Natura.

Agenzia Scuola © 2009