Questo sito è graficamente più gradevole se visto con un browser (Internet Explorer, Netscape, Opera ecc) che supporta gli standard web, anche se è accessibile con qualsiasi browser o dispositivo internet.

materiale di studio
logo Indire

Leggere l'ambiente

 

Fattori ecologici

Non tutti i fattori ambientali hanno uguale importanza per un data specie e ogni organismo possiede un ambito di tolleranza nei confronti di ciascun fattore, cioè può resistere alla scarsità di questa risorsa entro certi limiti. Qualora un certo fattore sia presente al di sotto della soglia di tolleranza di un dato organismo esso diviene un fattore limitante per la sua vita in quell’ambiente.
Gli ecologi sanno però che per valutare l’adattamento di una specie ad un ambiente non si tratta di indagare sulla tolleranza fattore per fattore, perché questa è per lo più relativa a combinazioni di fattori (ad esempio, la tolleranza per aumenti di temperatura è legata anche al grado di umidità dell’aria), e dipende anche dalle potenzialità dei recettori che devono segnalare all’organismo le variazioni nell’ambiente dei fattori stessi.  Le percezioni dei fenomeni e le risposte dell’organismo sono processi adattativi, variazioni del sistema di auto-costruzione.
L’ampiezza dell’ambito di tolleranza per i diversi fattori ecologici varia  da individuo a individuo ma entro i limiti della specie a cui appartiene che sono fissati geneticamente; varia durante il ciclo vitale, varia da popolazione a popolazione, varia da specie a specie, varia tra razze geografiche di una stessa specie. Può essere più stretto o più ampio e in questo caso la valenza ecologica è più ampia, come dire: meno esigenze si hanno più si riesce a sopravvivere dovunque! Il concetto di biodiversità esprime appunto questa importante (e straordinaria) caratteristica genetica degli esseri viventi.


Agenzia Scuola © 2009