Questo sito è graficamente più gradevole se visto con un browser (Internet Explorer, Netscape, Opera ecc) che supporta gli standard web, anche se è accessibile con qualsiasi browser o dispositivo internet.

materiale di studio
logo Indire

Il processo di dissoluzione e non solo…

 

Processo di tipo 3

Anche questo processo riguarda almeno due Sostanze e anche in questo caso avviene quando esse entrano in contatto. A differenza del processo di tipo 2, però, il cambiamento modifica completamente le unità costitutive delle Sostanze che si trasformano. In definitiva alcune Sostanze si trasformano in Sostanze diverse, cambia quindi la loro formula chimica. Le Sostanze che all'inizio sono state messe a contatto ("Reagenti") si trasformano (in tutto o in parte) in altre Sostanze ("Prodotti").
Anche in questo caso si rompono alcuni legami e si formano altri legami, ma i legami che si rompono trasformano alcune molecole in molecole diverse, alcune strutture ioniche formate da un certo tipo di ioni legati secondo certi rapporti in strutture ioniche diverse formate da altri ioni legati secondo altri rapporti1.
Queste trasformazioni prendono il nome di reazioni chimiche e possono essere rappresentate da scritture simboliche che mostrano le formule delle Sostanze reagenti e quelle delle Sostanze Prodotti

Come accennato precedentemente la comprensione del perché e del come avvengono tutte queste trasformazioni richiede trattazioni più o meno complesse da sviluppare in percorsi nei quali sono possibili approfondimenti anche di tipo matematico che non è sempre possibile semplificare; quindi in percorsi scolastici altamente specializzati oppure in percorsi di tipo universitario.
È utile riflettere sul fatto che la semplificazione che a volte viene proposta nel tentativo di dare spiegazioni ai fenomeni induce in veri e propri errori concettuali come, ad esempio, la convinzione che l'evaporazione di un liquido avviene solo se si aumenta la temperatura. Non è infatti possibile dare una spiegazione definitiva del perché un liquido evapora a tutte le temperature senza discutere il ruolo statistico della temperatura che richiede approfondimenti che non sono realizzabili a livello scolastico non specialistico.

La cautela che suggerisce questa riflessione non deve indurre a credere che nella Scuola di base non sia possibile affrontare argomenti di chimica. Come vedremo nei prossimi paragrafi è sempre possibile proporre adeguati percorsi di apprendimento che riescano a contribuire alla costruzione della rete di concetti propri della disciplina chimica.


Note

1 Nel caso semplice della reazione tra i due gas idrogeno e cloro per formare il gas cloruro di idrogeno (acido cloridrico) che formalmente può essere descritta così: H2 (g) + Cl2 (g) →  2HCl (g) si rompono i legami che tengono insieme gli atomi di idrogeno nella molecola e quelli che tengono insieme gli atomi di cloro nella molecola e si formano legami tra un atomo di idrogeno ed uno di cloro, modificando completamente le Sostanze.

 

 

Agenzia Scuola © 2009