Questo sito è graficamente più gradevole se visto con un browser (Internet Explorer, Netscape, Opera ecc) che supporta gli standard web, anche se è accessibile con qualsiasi browser o dispositivo internet.

materiale di studio
logo Indire

Il processo di dissoluzione e non solo…

 

Una proposta di sviluppo verticale

Ripercorrendo le linee del lavoro dei colleghi di Bari qui di seguito si propongono, per ciascun ordine di scuola, brevi tratti di percorso funzionali al perseguimento di obiettivi specifici.
I tratti proposti possono sembrare richiedere ciascuno un tempo limitato, ma è ormai opinione condivisa che c’è bisogno di tempi distesi se si vuole fare in modo che un allievo si appropri veramente del senso delle operazioni che compie e dei concetti operativi che da esse può trarre. I tempi si allungano ulteriormente se si programma il lavoro lasciando all’allievo la possibilità di progettare attività pratiche in autonomia.
Il ruolo del docente in questo caso diventa cruciale e deve essere opportunamente preparato in anticipo per evitare che l’insegnante si trovi impreparato nel delicato compito di ricerca di continui punti di equilibrio tra colui che lascia libero l’allievo e colui che, avendo ben chiara la “meta”, deve mantenere la “rotta”.
Ciascun percorso proposto è caratterizzato da:

  • contenuti;
  • spunti di riflessione metodologico - disciplinare;
  • avvio ai concetti unificanti.
  • Per ciascuno dei Contenuti si riportano domande stimolo, alcuni piccoli suggerimenti che possono rappresentare anche alcune delle tappe di possibili percorsi paralleli, in definitiva alcuni Spunti di riflessione metodologico - disciplinare.
    Si è ritenuto utile anche ricordare, di volta in volta, quali potessero essere i Concetti unificanti che il docente dovesse tenere presenti allo scopo non solo di ricondurre, laddove possibile, il particolare al generale, ma anche di sviluppare una didattica integrata in grado di superare i confini tra le diverse discipline.

    La scelta della sequenza dei Contenuti nei tre ordini di scuola è motivata dall’esigenza del docente di condividere con gli studenti un metodo di lavoro:
  • si utilizzano solo parole il cui significato sia stato precedentemente condiviso da tutta la classe;
  • si discute di mescolamento di polveri e acqua1 solo dopo averle osservate e aver riflettuto sulle loro caratteristiche prima di metterle in acqua e dopo aver discusso delle caratteristiche dell’acqua prima di unirla alle polveri.

  • Note

    1 Nella proposta di sviluppo verticale si utilizzerà il corsivo ogni volta che la parola acqua, può essere associata all’acqua del rubinetto mentre si utilizzerà la lettera maiuscola ogni volta che si vuole sottolineare che si sta parlando di Acqua come Sostanza

     

    Agenzia Scuola © 2009