Questo sito è graficamente più gradevole se visto con un browser (Internet Explorer, Netscape, Opera ecc) che supporta gli standard web, anche se è accessibile con qualsiasi browser o dispositivo internet.

materiale di studio
logo indire

Dalla Terra all’Universo: Le fasi lunari nella scuola secondaria inferiore

Conclusioni

L'osservazione sistematica della Luna ha costruito negli alunni una solida conoscenza fenomenologica delle fasi lunari che, insieme all'osservazione dell'eclisse di Sole, ha permesso di smontare l'idea iniziale che la variazione di forma della Luna sia causata da un fenomeno di ombra. L'uso di modelli (giochi con il corpo e con la palla) ha permesso di interpretare il fenomeno in termini di posizione relativa di Terra, Luna e Sole.

Studenti con Lune modello (sul muro,  a destra, un lunario)

Studenti con Lune modello (sul muro, a destra, un lunario)

 

L'osservazione e la rappresentazione dell'eclisse di Sole ha permesso di comprendere che l'eclisse è un fenomeno di ombra e si verifica quando la Luna si trova sul piano dell'eclittica e Terra, Luna e Sole o Luna, Terra e Sole sono allineati dando luogo rispettivamente al fenomeno di eclisse di Sole e Luna.

 

Attraverso il percorso gli alunni hanno costruito la visione cinematica del sistema Terra-Sole-Luna:

  • la Luna ruota intorno alla Terra e torna nella stessa posizione rispetto a Terra e Sole (stessa fase) dopo circa 30 giorni (mese sinodico);
  • la differenza tra il periodo sinodico di rivoluzione della luna (27d 7h 43m) ed il mese lunare (30 giorni circa) dipende dal moto di rivoluzione della Terra;
  • la Luna ruota su se stessa con un periodo uguale al periodo di rivoluzione;
  • il piano orbitale della Luna è inclinato rispetto al piano dell'eclittica.

Riteniamo che la metodologia adottata abbia contribuito a formare un atteggiamento scientifico positivo negli studenti. Abbiamo notato che la loro abilità nell'osservare, fare domande e formulare ipotesi, raccogliere ed analizzare dati è cresciuta durante il percorso. La metodologia ha introdotto gli studenti alle procedure scientifiche, in particolare all'importanza di costruire ed usare differenti tipi di modelli per rappresentare ed interpretare differenti aspetti dei fenomeni fisici. Inoltre, lo studio dei fenomeni astronomici ha permesso agli studenti di prendere familiarità con scale di distanze e dimensioni lontane da quelle a cui sono comunemente abituati. L'uso di modelli tridimensionali ha un ruolo fondamentale per la comprensione scientifica profonda e significativa dei fenomeni osservati. I modelli permettono di rappresentare nello spazio tridimensionale e di passare da una rappresentazione statica delle fasi lunari ad una dinamica. Inoltre, la riflessione sui differenti modelli permette di prendere in considerazione i limiti nel modellizzare contemporaneamente aspetti diversi del fenomeno e per costruire la sua corretta interpretazione.

 


AGENZIA SCUOLA © 2008