Questo sito č graficamente pių gradevole se visto con un browser (Internet Explorer, Netscape, Opera ecc) che supporta gli standard web, anche se č accessibile con qualsiasi browser o dispositivo internet.

materiale di studio
logo Indire

Il Piano ISS

 

I presėdi

Autoformazione dei tutor

foto presidio Mantova

Il modello formativo sotteso alle azioni predisposte dal Piano ISS prevede che i tutor e gli insegnanti dei presìdi che decidono di partecipare al Piano si autoformino, svolgendo attività di ricerca/azione in interazione con la comunità e con la guida e il supporto forniti dal Piano. Questa attività attraversa tre fasi, che devono essere adeguatamente documentate per consentire la riflessione e il confronto in itinere con gli altri: progettazione del percorso didattico, sperimentazione in classe e rielaborazione finale. La sperimentazione in classe deve essere guidata dalla riflessione sistematica che ogni insegnante esercita sulla propria azione di mediazione didattica. Le attività di ricerca/azione svolte all’interno di uno stesso presidio vanno reciprocamente concordate e seguite nel loro svolgimento, tenendo presenti le linee-guida del Piano.
L’attuazione di questo modello necessita di una organizzazione a livello centrale (GPR, CS, GPN) che sia contemporaneamente di sostegno all’azione di autoformazione che si svolge in ogni presidio e di garanzia del rispetto delle linee-guida.


Sostegno/Monitoraggio a distanza


Una prima azione di stimolo/sostegno si ricava dalla partecipazione alle discussioni aperte sulla piattaforma ANSAS e/o su piattaforme locali (di presidio, provinciali o regionali) da interventi di moderatori indicati dal CS di ISS e/o dei tutor, su aspetti del lavoro giudicati particolarmente importanti, o critici, o problematici. In particolare per il coordinamento a distanza della ricerca/azione sono stati avviati specifici Forum tematici, coordinati da docenti esperti designati dal Comitato Scientifico. L’insieme degli interventi costituisce anche, ovviamente, un primo materiale utile per il monitoraggio.
Una seconda forma di sostegno/monitoraggio si basa sulla lettura, analisi e discussione della documentazione via via prodotta a livello di presidio. A tal fine si è pensato che i tutor debbano/possano inviare le relazioni di presidio: bozze di programmazione, documentazioni dei processi di sperimentazione in corso di svolgimento (per es. parti commentate di diari di bordo e/o di estratti di elaborati degli allievi…), documenti di sintesi e di bilancio finale. Tenendo conto del numero totale dei tutor (circa 400, con una media di 100 per ognuno dei temi di ISS), il mantenimento di forum specifici, opportunamente articolati, ha fornito ai docenti un’azione di accompagnamento più “dedicata” ed approfondita di quella che sarebbe stato possibile realizzare attraverso i quattro Forum dedicati ai temi. Ai moderatori sono state affidate responsabilità formalizzate di dare compiti, assegnare scadenze e di fare a loro volta delle relazioni sull’andamento e gli esiti dell’azione di monitoraggio, evidenziando i punti critici e i punti di forza emersi.

 

 

 

 

 

Agenzia Scuola © 2009